Arte e cultura

Le interviste, gli speciali, gli approfondimenti sull'arte e la culura fatti dalla Redazione di Fiori di Carta.

Domande al Comandante Zacheo

1) Secondo lei si fa abbastanza nelle scuole e comunque nei confronti delle giovani generazioni in tema di sicurezza stradale?
No, non si fa mai abbastanza. Si fa abbastanza solo quando le multe sono zero, perché questo vorrebbe dire che il comportamento è perfetto da parte di tutti.
2) Approssimativamente, quanti soldi incassa lo Stato dalle multe? Perché lo stato permette che si costruiscano macchine che vanno a velocità di molto superiore al limite massimo consentito?

Intervista a Donato Zacheo, Comandante dei Vigili Urbani di Lecce

Questa mattina, presso Villa Libertini a Lecce, la redazione di Fiori di Carta ha avuto il piacere di intervistare, nell'ambito della realizzazione del decimo numero del magazine, il Comandante dei Vigili Urbani di Lecce, Donato Zacheo.

Nei prossimi giorni verrà pubblicata l'intervista.

Avere o essere di Erich Fromm

Erich Fromm è stato uno psicologo, psicanalista, filosofo tedesco, nato nel 1900 a Francoforte, morto nel 1980 in Svizzera. Il testo preso in esame è “Avere o essere?”, un saggio pubblicato per la prima volta in lingua inglese nel 1976 e tradotto in più di trenta lingue. Nel saggio Fromm individua due modalità di esistenza: la modalità dell’avere e la modalità dell’essere. La modalità dell’avere è tipica di chi ha un rapporto con il mondo di possesso e proprietà e di chi tende a impadronirsi di ogni cosa e di ogni persona.

Tags: 

Intervista a Fabio Mazzari

1) A che età ha scelto di intraprendere la carriera teatrale? Da dove nasce l’ispirazione?
L’attrazione per il teatro nasce alla fine degli anni Sessanta, più precisamente nel ’68, e io ero attratto dal teatro ma per fare il regista, non tanto l’attore.  Iniziai a fare l’aiuto regista e ci fu un attore che bisognava sostituire e l’unico che poteva farlo ero io. Vidi che ero in grado, che mi riusciva bene, e allora continuai a fare l’attore, restando comunque con la passione per la regia, cosa che poi avrei continuato molti anni dopo. 

La tela racconta, Claude Monet - La passeggiata

Osservando l’immagine di Monet “La passeggiata” mi suscita libertà perché nel quadro la donna si trova in aperta campagna.
Rosanna Faggiano

Il quadro mi trasmette malinconia che ritrovo nel bimbo di Monet, perché mi ricordo quando ero bambino e stavo in campagna.
Davide Cretì

Secondo me c’è una dama inizio Novecento che è spensierata con un ombrello parasole, su un bel prato pieno di colori talmente vivi da suscitare entusiasmo anche se c’è uno sguardo un po’ malinconico ed anche il figlio è un po’ triste.
Sabrina Caragnulo

Tags: 

Noi e l’Astrattismo

“Nero e viola” di Kandinsky

Osservando questo quadro ho notato che il pittore ha utilizzato due colori: il nero e il viola. Il colore nero ha una percentuale più alta di quello viola. I triangoli disegnati mi procurano una sensazione di chiusura.
Angelo Belligiano

Questo quadro con i suoi colori mi procura disperazione e tristezza. Il colore viola utilizzato secondo me indica staticità ma l’arcobaleno che si nota dietro le due figure geometriche anche se diverse mi indicano che la vita può rinascere. Questo per me è un messaggio di pace.
Daniela Cappello

Tags: 

La vita di campagna nell'arte Naif

La pittura Naif nasce da una creatività istintiva del pittore. Essi si collocano in un mondo fantastico e dipingono scene tratte dalla vita quotidiana e dal mondo che li circonda. Osservando i quadri, che si riferiscono alla vita di campagna, ho notato che la natura viene dipinta nella sua bellezza utilizzando i colori per armonizzarla.
Antonio Pantalone

Tags: 

L'impressionismo di Claude Monet

I quadri di Claude Monet, padre dell'impressionismo francese sono dipinti senza tempo. Le sue opere ancora oggi suscitano emozioni con il gioco di colore e la delicatezza dei tratti che si evince dal contrasto tra luci e ombre.
Abbiamo osservato due sue opere:
- Disgelo al tramonto
- Impressione, levar del sole (tra luci e ombre)

I quadri sono belli però preferisco il secondo perché si vede il tramonto, mentre gli altri sembrano delle nature morte.
Tondo Maria Concetta

Tags: 

Trama de La Cenerentola di Gioacchino Rossini

Nel palazzo del barone Don Magnifico, Angelina, detta Cenerentola, abita con Clorinda e Tisbe, le due capricciose figlie del barone, suo patrigno. La ragazza viene trattata come una serva e umiliata in tutti i modi. Essa è di animo nobile: aiuta un mendicante, mentre le sorelle lo scacciano da casa. Nel frattempo, un gruppo di cavalieri annuncia che il principe Don Ramiro darà un ricevimento per scegliere la sposa fra le dame invitate.

Riflessioni sull'intervista sulla discriminazione

Oggi abbiamo fatto l’intervista alla Dottoressa Titti De Simone per affrontare la tematica della discriminazione parlando delle differenze che esistono tra le persone di razza diversa e della mancata accoglienza per gli immigrati. Queste persone hanno bisogno del nostro aiuto ed è necessario integrarle, come quelle con la disabilità, che vanno incluse nel sistema sociale e considerate come gli altri esseri umani. È necessario che tutti godano dei diritti umani, nonostante le problematiche.
Sabrina Caragnulo

Tags: 

Pagine