Pensiero

Le radici dell'ulivo

Da lontano il treno fischia veloce e chissà dove va e chissà dove se li porta ora che c’è bisogno di restare e tornare indietro a quando di noi non si sapeva niente. Davvero dico c’è bisogno di restare a sfoltire piano la chioma far entrare la luce e illuminare tutto quello che gira intorno.

Vincenzo Bocciarelli

Vincenzo Bocciarelli è una persona fantastica e disponibile, ha risposto con attenzione alle nostre domande . Iintervistarlo mi ha dato  un'emozione grandissima anche perchè sono  da lungo tempo  un suo ammiratore.

Vincenzo Bocciarelli

Oggi ventinove ottobre, la Redazione di Fiori di Carta ha Intervistato  Vincenzo Bocciarelli, bravissimo attore e scrittore . Cosimo Greco, un nostro amico di Redazione, affiancato dalla Dottoressa Vigilante, ha spiegato il nostro progetto e gli obiettivi che si prefigge di raggiungere.L 'attore ha iniziato la sua carriera a 14 anni nel teatro di Siena stimolato dalla sua amica Tiziana.

Polvere

Quando le case si chiudono,

il tempo si ferma, 

la polvere, lentamente,

si deposita sui mobili,

 sui libri 

cristallizando i ricordi

di una vita trascorsa.

A Gigi Proietti

Il mondo della cultura italiana lunedì con la morte di Gigi Proietti, ha perso un pilastro fondamentale. Egli è stato un personaggio eccezionale ,e con la sua personalità poliedrica ha saputo conquistare il popolo italiano. Sono certo che non lo  dimenticheremo mai e personalmente mi piace immaginarlo in Paradiso mentre recita agli Angeli Custodi come ha fatto sulla terra. Grazie !

Silenzio

Il silenzio ,o stare in silenzio, lo desideriamo quando ci chiudiamo in noi stessi e preferiamo restare in  casa, chiusi nelle nostre stanze. Nel silenzio si possono ascoltare i grilli che cantano, oppure il vento che soffia tra gli alberi ,in una piazza deserta. Ma se tutto tace non bisogna lasciarsi andare scivolando in quello che a noi sembra concesso,bisogna capire se stessi,aiutarsi, trovare in modo di uscire dal proprio silenzio per non sentirsi isolati. Forse la strada  potrebbe essere , riconoscere i sentimenti e l'esigenze altrui 

Vincenzo Bocciarelli

L'intervista all'attore Vincenzo Bocciarelli è stata molto interessante e piacevole. E' una persona molto  ottimista che ha saputo superare i suoi momenti di smarrimento con la fede. Infatti durante il lockdown ,per aiutare gli altri in un momento di desolazione,ha trasformato il salotto di casa in teatro. questa esperienza l'ha raccontata in un libro "Sulle ali dell'arte" . Il suo essere cristiano è stato per me un forte messaggio motivazionale.

Ricordi

La mia infanzia , nel periodo estivo la trascorrevo nella casa di campagna. Qui trascorrevamo delle giornate bellissime anche se lavoravamo tanto dalla mattina presto alla sera. Raccoglievamo il tabacco e per aiutarci venivano delle nostre amiche insieme a dei nostri parenti. Noi bambini eravamo felici , giocavamo e preparavamo con la terra  i dolcetti . Mia madre quando doveva impastare il pane , si alzava all'alba e noi tutti la aiutavamo a fare  le friselle che poi papà cuoceva nel forno a legna.

La mia vita sarà come illuminata

La mia vita sarà come illuminata perchè ad un certo punto si cerca di dare il meglio di se stessi per arrivare ad un traguardo, e quindi cercare di uscire dal tunnel ed andare verso la luce. Con gli occhi del cuore cercherò di rendere visibile ciò che agli altri risulta invisibile.

                                                                                                                         A.P.

Pagine