Pensieri

Impressioni sull'intervista al Maestro Martella

Dell’intervista del Maestro Martella mi ha impressionato la forza che possiede nel raggiungere i suoi obiettivi e quando ha cantato un pezzo di lirica mi ha trasmesso quello “spirito” utile per vivere una vita migliore. È stato un momento che mi ha fatto vivere insieme al gruppo un’emozione di felicità che non andrà via.

 

A.F. 

Tags: 

Riflessioni sull'intervista al Maestro Pierpaolo Martella

Il Maestro Martella è giovanissimo e studia musica lirica. Ha partecipato al Concorso Internazionale “Fausto Ricci”, raggiungendo il suo primo obiettivo importante, dopo anni di studio. L’aver svolto il suo lavoro con coscienza gli ha permesso di raggiungere il primo premio con grande soddisfazione, superando tutti gli ostacoli e le delusioni che si incontrano nel percorso. Molto importanti sono la costanza e lo spirito di sacrificio, ai quali si aggiunge il pubblico e la motivazione da esso derivante.

Tags: 

Riflessioni sul lockdown

È stato il 5 marzo l’ultimo giorno che ci siamo visti fisicamente con i ragazzi del Centro.  Poi ci è stato comunicato di rimanere a casa a causa del Coronavirus, ma tutto questo non ci ha fermato: è stato creato un gruppo su whatsapp, che ci ha concesso di vederci e di sentirci. Le giornate le ho trascorse così: sveglia presto al mattino, in modo da sbrigare le faccende domestiche; dopo pranzo un po’ di riposo e al risveglio un po’ di lettura.

Tags: 

Pensieri e riflessioni sul Maestro Ennio Morricone

La scomparsa del Maestro Ennio Morricone ha lasciato un vuoto profondo anche dentro noi ragazzi di Fiori di Carta. Ascoltando oggi alcuni suoi brani, la redazione vuole dedicargli le sue emozioni. Abbiamo ascoltato “The Mission”, “Il deserto del Sahara”, “C’era una volta in America” e “Nuovo Cinema Paradiso”. Le emozioni generate dall’ascolto dei suddetti brani hanno evidenziato uno stato d’animo caratterizzato da sentimenti liberatori, di sogno, di amore, di felicità. Per Sabrina “l’ascolto è stato un susseguirsi di emozioni. Le più belle: entusiasmo, amore, dolcezza.

Tags: 

Lettura

Oggi ci ritroviamo presso il vecchio "Vito Fazzi", riunendoci dopo più di due mesi in cui siamo rimasti in casa per il Coronavirus. Non mi sono spaventata, non ho avuto paura di contrarre il Covid. Il mio tempo durante la pandemia l'ho trascorso dedicandomi alla lettura e facendo cyclette. Ho apprezzato la compagnia di mio marito e spesso ridevamo e scherzavamo, discutendo sugli argomenti letti. Quando hanno riaperto le librerie, ci recavamo ogni domenica a comprarne tanti. Naturalmente, in questo periodo sono andata a fare la spesa. 

Consigli e sollievo

A causa del Covid ho avuto molta paura, ma ho ascoltato i consigli di mio padre, il quale mi ha consigliato di non uscire, se non solo per andare a casa della nonna. Nella fase due ho iniziato ad andare a fare la spesa, rispettando le regole vigenti. Oggi sono dispiaciuto per la pandemia che si sta diffondendo nel mondo, come si è diffusa nella regione Lombardia. Sono stupito, con mio sollievo, che in Puglia i casi abbiano avuto una diffusione minore.

Ho rimosso

La mia esperienza con il Covid non è stata molto bella, non ricordo quasi niente, l'ho vissuta con molta fatica e comunque non mi va di raccontare, per non ricordare questa brutta situazione. 

Speranza

Personalmente non ho avuto nessuna paura per il Covid, sono un po' preoccupata per quello che sta accadendo nel mondo e di come si stanno diffondendo i contagi negli Stati Uniti, in Brasile ed in Russia. Mi dispiace per i molti decessi che ci sono stati in Italia, ma grazie a Dio oggi stanno diminuendo i contagi e i decessi. 

Un periodo unico

Il periodo della quarantena è stato un periodo drammatico e anche unico. Personalmente sono stata bene, ho trascorso il mio tempo sfogliando qualche libro, in particolare giornali di ricette.

Pagine