blog di Redazione

il mondo di ieri e il mondo di oggi

Nel laboratorio di lettura abbiamo analizzato due testi :"il colore delle cose fragili" di Cristina Carlà e "lassatime puetare" di Maria Italia Stefanelli,dai quali sono emersi i comportamenti del passato e del presente. Il mondo di ieri é rappresentato da momenti vissuti in famiglia,ascoltati nelle strade,osservati attraverso la vita contadina,infatti da "lassatime puetare" emerge la vita contadina di quel periodo e le poesie sembrano essere affreschi di personaggi in cui il passato riaffiora,come in un caleidoscopio in improvvisi flashback.

Quello che era ieri e quello che e' oggi

Oggi, viviamo in una società nella quale quello che conta è l'apparire e non l'essere. Il mondo di una volta era più semplicemente basato sui buoni sentimenti, sulla solidarietà tra persone vicine di casa, sempre pronte ad intervenire per dare una mano ed aiutare gli altri. Era una società basata sul rispetto tra le persone ed un modo di vivere più semplice; una società dove la famiglia era un punto di riferimento importante nella vita degli individui che in essa crescevano e si formavano con l'aiuto dei genitori per affrontare le grandi prove della vita.

Il Piccolo Principe nel 2020

Il piccolo principe di nome Gabriele, atterra con la sua navicella spaziale sulla spiaggia delle Canarie. Inizia ad esplorare l isola perché per lui è una terra estranea visto che arriva dallo spazio dove poteva vedere solo pianeti e stelle. Proprio per questo la sua attenzione si era focalizzata sul pianeta Terra. Il piccolo principe Gabriele è attratto dalla vastità delle spiagge bianche, dalla barriera corallina e dal mare limpido. Ma questo in questo paesaggio ci sono animali sconosciuti e foreste impraticabili che li fanno paura.

Riflessioni sul tempo della Pandemia ( Covid 19)

E' un periodo molto difficile quello che stiamo attraversando : lo avvertiamo dai titoli dei giornali e dalle notizie poco rassicuranti che sentiamo ogni giorno in televisione. Camminando per strada avvertiamo un senso di desolazione con tante attività commerciali che rimangono chiuse, con poche persone che camminano per strada. Nonostante tutto ciò non dobbiamo perdere la fiducia ed avere paura ,ma rispettare i protocolli sanitari che ci vengono indicati dal Governo e dai medici.

Ricordo di fanciullezza

Un ricordo della mia fanciullezza è quando d'estate al mare andavo a pesca con gli amici . Ci riunivamo nella mia casa al mare e dopo aver preparato le lenze con le esche spingevamo in acqua la piccola barchetta che apparteneva a me ed a mio fratello Giovanni.La pesca preferita era quella di dare la caccia ai polpi che si nascondevano in acqua nelle cavità degli scogli: mio fratello si immergeva in acqua ed era abile a stanarli ,dopo averli catturati li colpiva sulla testa affinchè non scappassero.

Intervista a Vincenzo Bocciarelli

Intervista Vincenzo Bocciarelli

1.Dopo la maturità artistica come mai ha scelto di fare l’attore?
È stata una mia amica a portarmi al piccolo teatro di Siena dove a causa di un attore che si ammalò prese il suo posto. Avevo 14 o 15 anni, ho avuto la fortuna di recitare con Margherita Sergardi e da allora non ho più lasciato il teatro.

Covid19: Jack London nel 2020

Il Covid-19 è un virus che si è diffuso globalmente e sta causando centinaia di migliaia di morti e milioni di infetti, danneggiando quindi anche l’economia, e causando una nuova recessione.In un attimo ha cancellato tutto il nostro sistema sociale, quel modello di globalizzazione che è cresciuto rafforzandosi in 50 anni sembra arrivato al capolinea.

Pagine