Il Piccolo Principe nel 2020

Il piccolo principe di nome Gabriele, atterra con la sua navicella spaziale sulla spiaggia delle Canarie. Inizia ad esplorare l isola perché per lui è una terra estranea visto che arriva dallo spazio dove poteva vedere solo pianeti e stelle. Proprio per questo la sua attenzione si era focalizzata sul pianeta Terra. Il piccolo principe Gabriele è attratto dalla vastità delle spiagge bianche, dalla barriera corallina e dal mare limpido. Ma questo in questo paesaggio ci sono animali sconosciuti e foreste impraticabili che li fanno paura.

Intervista a Vincenzo Bocciarelli

Intervista Vincenzo Bocciarelli

1.Dopo la maturità artistica come mai ha scelto di fare l’attore?
È stata una mia amica a portarmi al piccolo teatro di Siena dove a causa di un attore che si ammalò prese il suo posto. Avevo 14 o 15 anni, ho avuto la fortuna di recitare con Margherita Sergardi e da allora non ho più lasciato il teatro.

Covid19: Jack London nel 2020

Il Covid-19 è un virus che si è diffuso globalmente e sta causando centinaia di migliaia di morti e milioni di infetti, danneggiando quindi anche l’economia, e causando una nuova recessione.In un attimo ha cancellato tutto il nostro sistema sociale, quel modello di globalizzazione che è cresciuto rafforzandosi in 50 anni sembra arrivato al capolinea.

Il Maestro Bernadette Grana

Oggi primo ottobre 2020 la redazione di Fiori Di Carta ha incontrato via Internet la maestra Bernadette Grana. Gentilmente ha risposto a varie domande inerenti la musica e la sua vita musicale. Per lei la musica è vita. La musica le è stata accanto nei momenti belli e anche nei momenti difficili della sua vita. La sua passione è nata fin da subito, in famiglia, dove il padre ascoltava la musica classica e sinfonica. Ricordava infatti che quando il padre ascoltava La Traviata di G. Verdi, lei muoveva le gambine e le braccine.

Riflessioni su Ulivi Tie

La lettura del libro: Ulivi Tie tratta la realtà del Salento che purtroppo oggi sta vivendo in maniera drammatica: la TAP (Trans Adriatic Pipeline), Cerano, l’ILVA e la xylella. Queste problematiche hanno mutato il nostro territorio, sia a livello ambientale, che a livello di salute. La Puglia è sempre stata una regione del Sud incontaminata che purtroppo a causa dell’economia ha subìto delle gravi conseguenze ambientali. Non trascurabili anche i problemi di salute, con un alto tasso di tumori.

Intervista al Maestro Pierpaolo Martella

La Redazione Fiori di Carta ha intervistato il baritono Pierpaolo Martella, vincitore del prestigioso premio Ricci a soli diciott’anni:

1) In cosa consiste il concorso musicale “Premio Ricci” a cui Lei ha partecipato? Cosa ha provato nel momento in cui è stato proclamato vincitore di questo premio prestigioso?

Intervista Alessandra Caiulo

Alessandra Caiulo canta dall’età di sei anni, ha seguito corsi di canti lirici ed il suo percorso artistico ha avuto inizio nelle piazze. L’essere una cantante della Notte della Taranta non si concretizza tanto nel salire sul palco, ma l’incontrare l’altro. E’ contenta e fiera di essere conosciuta nel Salento, il luogo natio, le sue radici, che considera la sua bussola, e il successo non l’ha allontanata da tutto questo. La musica popolare è coinvolgente, prende molto e si presta ad una platea molto ampia.

Tags: 

Pensieri e riflessioni sul Maestro Ennio Morricone

La scomparsa del Maestro Ennio Morricone ha lasciato un vuoto profondo anche dentro noi ragazzi di Fiori di Carta. Ascoltando oggi alcuni suoi brani, la redazione vuole dedicargli le sue emozioni. Abbiamo ascoltato “The Mission”, “Il deserto del Sahara”, “C’era una volta in America” e “Nuovo Cinema Paradiso”. Le emozioni generate dall’ascolto dei suddetti brani hanno evidenziato uno stato d’animo caratterizzato da sentimenti liberatori, di sogno, di amore, di felicità. Per Sabrina “l’ascolto è stato un susseguirsi di emozioni. Le più belle: entusiasmo, amore, dolcezza.

Tags: 

Il nemico invisibile

Il primo impatto con le notizie relative al Coronavirus, naturalmente, non è stato rassicurante. Quando si esponevano i fatti e le circostanze, le conseguenze sull’uomo, sono rimasta basita dalle descrizioni agghiaccianti di quella che sarebbe stata, di lì a poco, una tragedia denominata pandemia. La tipologia del contagio era ed è da brivido, la statistica dei contagiati, la triste realtà delle vite spezzate da questo imperdonabile virus mi terrorizzava. Timore per i miei cari, adulti e piccini, il timore di essere coinvolta io stessa.

Pagine