Il complesso francescano di Sant'Antonio a Fulgenzio

Il viaggio di “Fiori di carta” continua con la conoscenza del complesso francescano. Esso si è presentato ai nostri occhi con il suo fascino determinato dalla bellezza della chiesa. La chiesa di Sant’Antonio di Padova nota con il nome di Fulgenzio, fu consacrata e dedicata nel 1910 a Sant’Antonio di Padova. I monaci, per l’occasione fecero realizzare una statua in cartapesta da Salvatore Sacquegna. La guida, il dott.

Rudiae nel passato

Il Salento fu abitato da popoli che hanno lasciato forti caratteri identitari come la lingua, le diverse forme delle ceramiche delle trozzelle, ma soprattutto il sistema degli insediamenti. Infatti si nota la diversità tra quello messapico e quello greco nel loro impianto. In un’area molto ristretta erano presenti tre insediamenti antichi: Cavallino, un abitato indigeno di età arcaica risalente al periodo messapico con le fortificazioni a blocchi squadrati; Rudiae che assume un ruolo dominante nel territorio dopo il decadimento della città di Cavallino nel V secolo a.C.

Fuori dalle porte

Fuori dalle mura della città di Lecce, il gruppo “Fiori di carta” ha visitato l’ex convento dei Padri Domenicani di fuori e la chiesa dei SS. Niccolò e Cataldo con l’annesso convento degli Olivetani. Il convento dei Domenicani di fuori ubicato sull’antica via per Lequile e Gallipoli, oggi via San Pietro in Lama. Nel XIV secolo esso apparteneva alla cosiddetta Provincia Regni e fu fondato dalla bolla pontificia di Papa Eugenio IV nel 1442.

Percorrendo l'itinerario delle quattro porte di Lecce

La redazione “Fiori di carta” con l’arrivo della primavera ha iniziato il percorso dell’ottavo numero: “Cattedrali, monasteri e conventi tra passato e presente” visitando Lecce e le quattro Porte. L’itinerario è stato suddiviso in quattro tappe: Porta Rudiae, Porta San Martino, Porta San Biagio e Porta Napoli. La guida turistica, dott.ssa Alice Bòttega ci ha illustrato la storia dei monumenti.

Stanlio e Ollio

In attesa dell’attivazione del laboratorio teatrale presso il Centro Diurno di Campi Sal.na continua la proiezione dei film selezionati. Martedì 1 ottobre 2019, abbiamo preso visione del film “Stanlio e Ollio”. Esso riguardava la biografia del duo teatrale formatosi nel 1927 tra l’attore inglese Stan Laurel e l’attore statunitense Oliver Hardy. Tale coppia che ha interpretato tra il 1927 e il 1945 un centinaio di film, è stata una delle coppie comiche più popolari della storia del cinema.

Aladdin

Nel pomeriggio di martedì 24 settembre 2019, con i ragazzi del Centro Diurno e della C.R.A.P. di Campi Sal.na, ho assistito alla proiezione del film “Aladdin”, personaggio della letteratura popolare araba. Il film ha come protagonista Aladdin, un ladruncolo che vive nel regno desertico di Agrabah con la scimmietta Abu. Egli salva e fa amicizia con l’intraprendente principessa Jasmine, la quale mal si adatta alla legge che le impone di sposare un principe, non per amore, ma per strategia politica e così essere relegata a un ruolo guida della città.

Per Maria Antonietta

Per tutti noi oggi è un giorno felice per il tuo traguardo raggiunto, ma nello stesso tempo siamo certi che ci sarai sempre. Tutti questi anni sono trascorsi molto velocemente e ci viene spontaneo chiederci ci accoglierà la mattina con l'aroma del buon caffé. Chi ci accompagnerà in palestra... chi ci sosterrà nei momenti difficili... comunque nonostante i nostri dubbi ti auguriamo una lunga e serena vita. Un abbraccio affettuoso.

Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità

Nel pomeriggio di martedì 4 giugno 2019, presso il C.D. di Campi Salentina c’è stata la proiezione del film “Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità” diretto da Julian Schnabel, presentato alla 75^ mostra del cinema di Venezia nel 2018. La pellicola racconta gli ultimi e tormentati anni del pittore olandese Vincent Van Gogh. Egli, a Parigi, è influenzato dalle tecniche pittoriche dell’impressionismo, però i suoi quadri non hanno la stessa fortuna che all’epoca avevano gli impressionisti.

Un'impresa da Dio

Nel pomeriggio di martedì 16 aprile 2019, per noi ragazzi del C.D. e della C.R.A.P. di Campi Salentina  c’è stata la proiezione del film girato nel 2007 e ambientato negli Stati Uniti d’America: “Un’impresa da Dio”. Evan Baxter, un ex giornalista televisivo, da poco eletto al Congresso degli Stati Uniti d’America, si ritrova la vita sconvolta quando Dio in persona gli appare per affidargli una missione: costruire una nuova arca, proprio come fece Noé. Inizialmente Baxter fa di tutto per evitare di realizzarla, ma poi alla fine cede.

Essere solidali

Essere solidali verso gli altri o compiere un atto di solidarietà significa condividere anche quel poco che si ha perché compiendo questo gesto gratifica chi lo adempie e aiuta il prossimo, in questo caso la persona che ha il minimo di sopravvivenza.Calarsi nei panni dei meno sfortunati, anche se loro non hanno niente da darci, noi con il nostro atto li rendiamo meno emarginati rendendoli felici.

Pagine