Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità

Nel pomeriggio di martedì 4 giugno 2019, presso il C.D. di Campi Salentina c’è stata la proiezione del film “Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità” diretto da Julian Schnabel, presentato alla 75^ mostra del cinema di Venezia nel 2018. La pellicola racconta gli ultimi e tormentati anni del pittore olandese Vincent Van Gogh. Egli, a Parigi, è influenzato dalle tecniche pittoriche dell’impressionismo, però i suoi quadri non hanno la stessa fortuna che all’epoca avevano gli impressionisti.

Un'impresa da Dio

Nel pomeriggio di martedì 16 aprile 2019, per noi ragazzi del C.D. e della C.R.A.P. di Campi Salentina  c’è stata la proiezione del film girato nel 2007 e ambientato negli Stati Uniti d’America: “Un’impresa da Dio”. Evan Baxter, un ex giornalista televisivo, da poco eletto al Congresso degli Stati Uniti d’America, si ritrova la vita sconvolta quando Dio in persona gli appare per affidargli una missione: costruire una nuova arca, proprio come fece Noé. Inizialmente Baxter fa di tutto per evitare di realizzarla, ma poi alla fine cede.

Essere solidali

Essere solidali verso gli altri o compiere un atto di solidarietà significa condividere anche quel poco che si ha perché compiendo questo gesto gratifica chi lo adempie e aiuta il prossimo, in questo caso la persona che ha il minimo di sopravvivenza.Calarsi nei panni dei meno sfortunati, anche se loro non hanno niente da darci, noi con il nostro atto li rendiamo meno emarginati rendendoli felici.

La Chiesa e la modernità

La Chiesa ha incominciato a incontrare problemi in età moderna, con il secolo dei lumi, con il marxismo e la secolarizzazione. Nietzsche, in un frammento della volontà di potenza, dice che "la Rivoluzione francese è erede e continuatrice del cristianesimo". Infatti gli ideali di libertà, uguaglianza e paternità sono ideali cristiani, come lo sono quelli socialisti di giustizia e solidarietà. Per questo un filosofo liberale e laico, Benedetto Croce, prende atto che "non possiamo non dirci cristiani".

Una rosa per tutti gli uomini

Noi di Fiori di Carta auguriamo che l'amore sia sempre più presente fra gli uomini spogliati da tutti i fardelli dell'incomunicabilità, del razzismo, dell'intolleranza, dell'emarginazione, e dell'egoismo affinchè quel sentimento che accomuna due anime affini possa espandersi nel mondo. Buon S.Valentino 

La signora dello zoo di Varsavia

Martedì pomeriggio, 5 febbraio 2019, presso il C.D. di Campi Sal.na, c’è stata la proiezione del film storico girato nel 2017 “La signora dello zoo di Varsavia”. Nel 1939 Antonina Zabinski e suo marito Jan Zabinski, direttore dello zoo di Varsavia, cercano di difendere gli animali dello zoo dall’abbattimento minacciato dai tedeschi per recuperare carne da macello durante l’invasione della Polonia, all’inizio della seconda guerra mondiale.

La mia migliore nemica

Nel pomeriggio di giovedì 31 gennaio 2019, noi ragazzi del laboratorio “Fiori di carta” del C.D. di Campi Sal.na, abbiamo visto il film - commedia “La mia migliore nemica” dell’anno 2009. Liv ed Emma sono amiche da sempre, entrambe sono fidanzate e per pianificare il matrimonio dei loro sogni si rivolgono a un’agenzia, la più prestigiosa di New York. Entrambe vogliono sposarsi al Plaza, ma per errore i loro matrimoni vengono prenotati nella stessa data: non essendoci altre date disponibili prima di tre anni.

La fabbrica di cioccolato

Giovedì 20 dicembre 2018, noi ragazzi del C.D. di Campi Sal.na, abbiamo visto il film “La fabbrica di cioccolato” dell’anno 2005. Charlie Bucket è un bambino molto povero che vive in una casetta di legno con i genitori e i quattro nonni. A causa della loro povertà i Bucket si nutrono di zuppe di cavoli. A Charlie piace molto il cioccolato, ma ha una disponibilità economica tale da permettergli di mangiarne una sola volta all’anno come regalo di compleanno. A un certo punto l’annuncio del cioccolatiere più famoso del mondo, l’enigmatico signor Willy Wonka sconvolge la vita della famiglia.

Fantasticare con Alice nel paese delle meraviglie

Oggi pomeriggio al Centro Diurno di Lequile c'è stata la riunione, per dialogare su diversi argomenti tra cui il libro "Alice nel paese delle meraviglie". Dopo aver letto il libro, le mie impressioni sono state finalizzate alla fantasia perché fantasticare è un modo per uscire dalla monotonia e che ci permette di fare un salto nell'immaginario. Inoltre mi è piaciuta la compagnia e sono rimasto contento anche della argomentazione dei ragazzi. Dal prossimo incontro leggeremo il libro: "La tranquillità dell'animo" e inizieremo a discutere su "Seneca e lo stoicismo".

Cosa rappresenta e che importanza do al Natale

Di solito, al giorno d'oggi il 25 dicembre viene considerato come una festa molto consumistica, senza considerare tutte le fatiche che si sono svolte intorno e dentro la stella l'anno in cui è nato Gesù Bambino. Scrivendo questo, sto manifestando un po' di sofferenza che sento dentro me nonostante sia per i cristiani un giorno di festa principale in tutto l'anno. Quando ero bambina lo vivevo in maniera spensierata... si andava a giocare a carte, si scartavano i regali, si metteva il bambinello nella grotta con le canzoni di festa, si pranzava con tutti i parenti.

Pagine